L’Aperitivo della Stella la sera del 24 ad Eboli.

0

‘A sera d’ ‘a Stella”. Si chiama così, in dialetto ebolitano, la vigilia di Natale, ad indicare l’arrivo della Cometa nel cielo di Betlemme. In questa espressione c’è tutto il senso di “attesa” che questa particolare giornata, di preludio alla festa più sentita dell’anno, porta da sempre con sé: l’attesa di cose belle, da augurare a noi stessi e a chi ci è più caro.

E’ prendendo spunto da questa espressione che Le Tavole del Borgo, associazione che riunisce gli storici ristoratori del centro antico della città, per il secondo anno organizza un appuntamento che si preannuncia irrinunciabile per gli appassionati del buon cibo e del bere bene.

Torna,L’Aperitivo della Stella, l’aperitivo “lungo” della vigilia che, il 24 dicembre a partire dalle 12, sarà ospitato all’interno de Il Panigaccio, storico ristorante- vineria di corso Garibaldi, la “Via delle Arti” del Natale ad Eboli 2017, inserita nel progetto Borgo d’Arte che vede la città antica protagonista di una serie di iniziative culturali ed artistiche.

Dopo la bella esperienza della prima edizione, che ha visto la partecipazione di tantissimi appassionati del gusto ebolitani e non solo, ancora una occasione per incontrarsi e scambiarsi gli auguri di Natale, in una atmosfera fatta di allegria, convivialità e amicizia, senza rinunciare alla qualità, nel piatto e nel bicchiere.

Anche in questa seconda edizione L’Aperitivo della Stella sarà caratterizzato dalla “cucina a 10 mani”, proposta dai cinque ristoratori “pionieri” del centro antico: Gustavo Sparano de Il Panigaccio, Carmelo Vignes di Vico Rua, Antonietta Boffa di Porta Dogana, Dino Marchetta di Piazzetta Santa Sofia e Gerardo Trimarco de L’Antica Cantina. Da “buoni” amici, è il caso di dire, i cinque fautori de Le Tavole del Borgo si cimenteranno in una serie di cooking show, in cui l’ ingrediente principali, oltre alla qualità della materia prima e alla fantasia nella elaborazione di piatti della tradizione, sarà la consueta ironia che li contraddistingue. In abbinamento alla cucina espressa d’spirazione territoriale, bollicine di alta fattura selezionate per l’occasione.

Arte da gustare, ma anche arte da vedere e da ascoltare. Colonna sonora dell’ Aperitivo della Stella sarà, infatti, la selezione musicale curata da Pako, tra sonorità soulfunky e italodisco in chiave moderna.

Mentre, nel corso dell’evento, l’artista Michele Della Rocca, conosciuto per i suoi “vinarelli”, dipinti realizzati utilizzando varie tipologie di vino, dall’Aglianico al Gragnano realizzerà ironiche caricature, per quanti vorranno farsi ritrarre. Proprio come hanno fatto i ristoratori de Le Tavole del Borgo che, anche per questa II edizione de L’Aperitivo della Stella, hanno voluto farsi collocare dalla matita di Della Rocca, in un ironico presepe popolato da quanti sono impegnati nell’organizzazione: tutti insieme, ciascuno col suo “ruolo”, come in una grande famiglia.

 

Condividi.

Informazioni sull'Autore

Nato a Napoli (dove tuttora vive) nel 1973, è giornalista pubblicista e responsabile per l'area contenuti de "La Comunicazione". Laureato in Scienze della Comunicazione con tesi in marketing, alterna l'attività giornalistica con quella di consulenza. Ha collaborato anche con "Il Nuovo Salernitano", "ROMA - Cronaca Salerno" e "Metropolis".

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: