Anche il premier Conte ed il ministro centinaio al Food Park del Tuttofood di Milano.

0

Il Food Park, lo stand che ha rappresentato sei aziende meridionali di eccellenza, dal 6 al 9 maggio è stato visitato da oltre tremila persone, tra cui il premier Conte e il ministro Centinaio

 

Si è conclusa con un grande successo la partecipazione di Food Park a TuttoFood Milano, la fiera internazionale del B2B dedicata al food & beverage. Lo stand dedicato a sei aziende meridionali di eccellenza, tra cui ben tre salernitane, Molini Pizzuti, Carbone e Suprema; poi una pugliese, Caronte; e due napoletane, Pastificio Antiche Tradizioni di Gragnano ed Euroiovine, è stato visitato da circa 3mila persone, tra cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Ministro delle politiche agricole alimentari Gian Marco Centinaio.

Durante i quattro giorni di esposizione, al Food Park si sono alternati in uno spettacolare showcooking, circa 50 ospiti tra pizzaioli provenienti da tutta Italia e chef.

Le materie prime proposte dalle aziende sono state il vero fulcro dell’evento: farine, conserve di pomodoro, mozzarella di bufala, olio extravergine di oliva e tanto altro.

Tra i prodotti che hanno riscosso maggiore successo e curiosità tra i visitatori e gli chef, ci sono state sicuramente le conserve proposte dell’azienda Carbone di San Valentino Torio. L’impresa salernitana, che esporta in tutto il mondo, è nota per la lavorazione del pomodoro giallo. Da sedici anni, quando ancora nessuno credeva in queste varietà di pomodoro e pomodorini, Michele Carbone, patron dell’azienda, ha investito sulla produzione di conserve e su questo prodotto in particolare, divenendone il leader nel settore.

La particolarità nella lavorazione, diversa da tutte le altre, ne ha fatto nel tempo un prodotto unico e che riscuote notevole successo tra gli addetti ai lavori e tra i consumatori. Altra peculiarità dell’azienda è nel suo motto: “dal seme al buccaccio, il buono che si vede”. È stata infatti abbandonata la classica confezione in latta, per tornare a quella in vetro, il buccaccio dei tempi andati, così da consentire di vedere ciò che si andrà poi a mangiare.

Tra gli altri ospiti di spicco del Food Park, uno dei principali rappresentanti della nuova generazione di pizzaioli napoletani, Salvatore Lionello; ma anche uno dei padri della tradizionale pizza napoletana, Antonio Starita. E ancora, l’imprenditore e ormai food influencer Vincenzo Falcone con il suo “team Delicious”; Eros Buratti, famoso affinatore di formaggi verbanese; e Rodolfo Molettieri, maestro panificatore recentemente vincitore di una puntata di Pizza Hero, il programma di Gabriele Bonci. Per i quattro giorni hanno fatto inoltre da “padroni di casa” i resident pizza chef salernitani Saverio Miranda e Fabio Di Giovanni.

Condividi.

Informazioni sull'Autore

Nato a Napoli (dove tuttora vive) nel 1973, è giornalista pubblicista e responsabile per l'area contenuti de "La Comunicazione". Laureato in Scienze della Comunicazione con tesi in marketing, alterna l'attività giornalistica con quella di consulenza. Ha collaborato anche con "Il Nuovo Salernitano", "ROMA - Cronaca Salerno" e "Metropolis".

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: