Milano Jazz & Wine, chiusura sabato 9.

0
Si concluderà sabato 9 novembre la tre giorni di “Jazz&Wine”, iniziativa nata dalla collaborazione tra Mare Culturale Urbano, Cernusco Jazz e AH-UM nell’ambito di JAZZMI, sorta di minifestival all’interno della quarta edizione della grande rassegna internazionale: dopo i live del trio Olzer-Zanchi-D’Auria e del duo Zamuner-Moriconi dei giorni scorsi, sabato 9 novembre è in programma una giornata speciale con due concerti, DJ set, mercatino di vinili, degustazioni di vino e convivialità nella bellissima e suggestiva location di Mare Culturale Urbano, nel cuore di quella periferia ovest di Milano che sta conoscendo, come altri quartieri del capoluogo lombardo, una significativa rigenerazione sociale e culturale. Il tutto anche grazie al contributo di Winelivery, il servizio leader in Italia per la consegna a domicilio di vino e alcolici di qualità, che per questa tre giorni ha organizzato sfiziose degustazioni di vini.
La giornata di sabato 9 novembre inizierà intorno alle ore 18: in attesa dei live serali, la Cascina Torrette di Trenno (in via Gabetti 15, zona San Siro) si animerà con un mercatino di vinili e con il “Jazz&Wine DJ set”, a cura di Antonio Ribatti e Raffaele Re in consolle, a fare da sottofondo alle degustazioni di vini scelti da Winelivery. Antonio Ribatti proporrà una selezione di nu jazz, black music e funk, mentre Raffaele Re punterà sul northern soul e jazz mod.
Poi spazio alla musica dal vivo: alle ore 19 (ingresso 8 euro; 10 euro per assistere anche al live delle ore 22) si esibirà il duo formato dal pianista Leo Caligiuri e dal contrabbassista Ares Tavolazzi, impegnati in un concerto di sonorità raffinate, affidate all’interplay creato da due strumenti fortemente complementari.
Leo Caligiuri, parmense, è un giovane talento che ha già al proprio attivo una serie di collaborazioni prestigiose, da Flavio Boltro a Stefano Di Battista, da Enrico Rava a Mario Biondi.
Ares Tavolazzi, storico membro degli Area, è da anni protagonista di alcuni tra i più importanti progetti musicali della scena italiana (con Francesco Guccini, Mina, Paolo Conte e Vinicio Capossela). Tavolazzi ha suonato con jazzisti del calibro di Lee Konitz, Enrico Rava, Stefano Bollani, Franco D’Andrea, Enrico Pierannunzi e Roberto Gatto, solo per citarne alcuni.
Alle ore 22 (ingresso 8 euro; 10 euro per assistere anche al live delle ore 19) chiusura in bellezza con il groove e lo swing del Tommaso Starace trio feat. Ares Tavolazzi: la formazione guidata dal sassofonista italo-australiano, attivo da anni sulla scena jazzistica londinese ed europea come band leader e sideman, rivisiterà composizioni di Thelonious Monk, John Coltrane, Nat Adderley e Bobby Timmons, oltre a proporre alcuni brani originali del leader. A comporre la line-up, Tommaso Starace (sassofoni), Ares Tavolazzi (contrabbasso) e il batterista Tommy Bradascio, ma non mancheranno improvvise “incursioni” pianistiche di Leo Caligiuri.
Biglietti in loco oppure su www.mailticket.it (con costo di prevendita).
Condividi.

Informazioni sull'Autore

Nato a Napoli (dove tuttora vive) nel 1973, è giornalista pubblicista e responsabile per l'area contenuti de "La Comunicazione". Laureato in Scienze della Comunicazione con tesi in marketing, alterna l'attività giornalistica con quella di consulenza. Ha collaborato anche con "Il Nuovo Salernitano", "ROMA - Cronaca Salerno" e "Metropolis".

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: