Alimenti in frigorifero: buone regole per una corretta conservazione

0

In un frigorifero, ogni alimento deve essere destinato a un posto ben preciso. Gli avanzi della cena o del pranzo, per esempio, devono essere collocati sulla mensola più alta e su quelle centrali, ovviamente all’interno di contenitori ben puliti e dotati di coperchio. È importante ricordarsi di verificare a intervalli regolari che il frigo funzioni bene, provvedendo con costanza alla sua manutenzione. I cassetti in fondo sono deputati ad accogliere la frutta e la verdura, che devono essere inserite all’interno di sacchetti di carta.

I consigli da tenere a mente

Gli alimenti caldi non devono mai essere messi in frigo, mentre i latticini e il latte vanno collocati in confezioni ben chiuse: si tratta, infatti, di alimenti che assorbono gli odori. Lo stesso discorso vale per il riso. Gli scompartimenti situati in corrispondenza della porta del frigo sono indicati per il burro, le salse e le bibite, vale a dire i prodotti che hanno bisogno di una refrigerazione non troppo intensa. Un altro suggerimento da tenere a mente riguarda gli affettati, che vanno conservati nella pellicola con cui vengono forniti al supermercato.

Come mettere in frigo il pesce e le uova

Il pesce, una volta che è stato ripulito, va inserito in un sacchetto; in frigo, comunque, deve rimanere per non più di un giorno. Se non si è sicuri di riuscire a consumarlo entro questo lasso di tempo, invece, è meglio congelarlo. Passando ai prodotti in scatola non terminati, gli alimenti non devono essere lasciati nella loro confezione ma vanno travasati in un contenitore per alimenti. Per le uova non ci sono dubbi: occorre metterle nel portauova che si trova nello sportello, dove possono rimanere per un mese. I salumi possono stare insieme con i formaggi, nella carta per alimenti fornita dal negoziante. Un foglio di carta da frigo, invece, è necessario per proteggere i formaggi; in alternativa, è possibile conservarli all’interno di vaschette di vetro o di plastica a chiusura ermetica. I formaggi freschi, come gli yogurt e il latte, devono essere posizionati in alto nel frigo, cioè nella zona fredda, e vanno posizionati entro non più di tre giorni dalla data di apertura.

Le precauzioni per la carne

Alcuni accorgimenti specifici sono importanti anche per la carne, che va messa nel ripiano situato sopra il cassetto delle verdure all’interno di un sacchetto per alimenti. Non bisogna far passare più di tre giorni prima di consumare la carne bovina di grosso taglio, e un giorno è il limite massimo per la carne macinata. Anche nel caso in cui venga congelata, la carne non deve restare in freezer per più di sei mesi.

I segreti per la conservazione degli alimenti

Qualunque sia il prodotto che si sta per mettere in frigo, se si desidera mantenere la sua freschezza il più a lungo possibile è necessario porlo in una pellicola trasparente o in un foglio di alluminio. Se non si ha a disposizione né l’una né l’altro, si può rimediare con un contenitore per alimenti munito di coperchio. È importante ricordare che un alimento messo in frigo nella posizione sbagliata può mettere a repentaglio la sua corretta conservazione.

 

Scegli il tuo frigo ideale su Yeppon per avere la certezza di trovare un elettrodomestico in linea con le tue esigenze. Grazie a yeppon.it potrai essere accompagnato nel tuo percorso di acquisto con serietà, con attenzione e con passione, e avrai l’opportunità di scegliere il modello di cui hai bisogno all’interno di un catalogo aggiornato con le ultime novità e dai prezzi sempre vantaggiosi.

Condividi.

Informazioni sull'Autore

Nato a Napoli (dove tuttora vive) nel 1973, è giornalista pubblicista e responsabile per l'area contenuti de "La Comunicazione". Laureato in Scienze della Comunicazione con tesi in marketing, alterna l'attività giornalistica con quella di consulenza. Ha collaborato anche con "Il Nuovo Salernitano", "ROMA - Cronaca Salerno" e "Metropolis".

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: