In attesa dell’ennesimo Dpcm e di eventuali nuove restrizioni ad attività come bar, pub, pizzerie e ristoranti, nei paesi non mancano le iniziative di sostegno ai piccoli imprenditori del settore ristorazione colpiti da chiusure alle 18 e limitazioni alle 22.30 dell’asporto. A Calitri è Maria Chiara Coppola del ristorante Golden Mill, a suonare la carica con un appello ai suoi concittadini in perfetto stile Burger King. Il noto fast food in Gran Bretagna ha infatti invitato la popolazione a ordinare da Mc Donald’s e altre catene per salvare migliaia di posti di lavoro. A Lioni continua l’iniziativa della Proloco per sostenere le attività.  

Maria Chiara spiega: “Da figlia di ristoratori, che ha vissuto la sua vita in un ristorante, vedo con i miei occhi e vivo sulla mia pelle le difficoltà che questo settore sta avvertendo – continua -. Molti di noi hanno dovuto abbassare le saracinesche delle loro attività, altri invece, forse più fortunati se così si può dire, lavorano parzialmente. Lo Stato ha promesso aiuti economici, ma chi un ristorante lo gestisce, sa che questi aiuti non potranno mai essere abbastanza: il mutuo/l’affitto, le bollette, le scadenze, i contributi, l’Iva, lo stipendio dei dipendenti, il pagamento ai fornitori e molte altre spese. Tutte spese, che se un’attività non lavora a pieno regime, non riuscirà mai a sostenere totalmente“.

La proposta:Calitri è un paese che sa dimostrare solidarietà, sa dimostrare tatto e cuore nel momento del bisogno. Se lo stato ci ha in qualche modo penalizzati, noi insieme aiutiamoci. Noi ristoratori diamo vita a uno scambio tra noi, diamo vita alla reciprocità: quando siamo impegnati, ordiniamo il pranzo o la cena da asporto dal nostro collega di attività; quando siamo liberi, invece, andiamo a pranzo dal nostro collega, oppure ordiniamo una pizza in un’altra pizzeria di Calitri, invece di mangiarla nel nostro locale“.

A Lioni invece è la Pro Loco a essersi messa in moto per dare una mano, dedicando una sezione del proprio sito web alle attività di ristorazione. “La nota più interessante è l’incredibile incremento alle visite che abbiamo avuto in questo mese di ottobre: oltre 2.300 utenti hanno visitato il sito, in particolare la sezione “ristoranti, pizzerie e pub”. Una risposta importante alle restrizioni che si susseguono e che colpiscono molte attività del settore gastronomico – commentano i giovani dell’associazione -. Offriamo gratuitamente questo spazio a tutte le attività perché la natura della Pro Loco è svolgere un servizio per la comunità, soprattutto quando la realtà cambia così radicalmente da un giorno all’altro“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here