Capodanno Cinese, la cucina orientale insieme ai vini Venturini Baldini.

0
303

“Mi duole contraddirla ma i cinesi sono i più grandi ristoratori del mondo”. Sono passati più di 20 anni da questa citazione del film Pane e Tulipani, di Silvio Soldini. Oggi la cucina cinese è universalmente riconosciuta, è entrata a tutti gli effetti nell’empireo della ristorazione stellata e di qualità, forte di una tradizione millenaria.

 

Fedele a sé stessa e al tempo stesso sperimentale a innovativa, nei piatti ma non solo. Le carte dei ristoranti cinesi propongono anche interessantissimi abbinamenti con i vini, una scelta non scontata ma sempre più ricercata.  Una tendenza in forte crescita che trova conferma nell’attività di alcuni Consorzi – come quello del Lambrusco di Reggio Emilia – che spingono l’acceleratore proprio sugli abbinamenti con la cucina asiatica.

 

Ecco allora un intero menù, studiato da MU Fish – taste Oriental, noto ristorante del milanese “che ritrova le sue radici in Oriente, evolvendosi poi attraverso continue suggestioni occidentali; un luogo di fermento creativo e sapori inaspettati”.   La proposta enoica di Venturini Baldini – storica tenuta, nel cuore delle terre di Quattro Castella, in quelle che furono le terre di Matilde di Canossa, dolci e affascinanti colline in provincia di Reggio Emilia – è il Reggiano Lambrusco DOC Spumante “Rubino del Cerro” – che ben si sposa con un secondo: 3 Dimsum artigianali misti e  3 Nigiri che alternano  Ventresca di salmone con aneto e sale maldon; Oca cotta alla griglia con fondo di cottura agrumata e foie gras ungherese e Ricciola e salsa di yuzu. Piatti che una reinterpretazione della cucina asiatica che, dalle antiche origini, si tuffa nel presente.

 

Il “Rubino del Cerro”, originale e di grande stoffa, è uno spumante caratterizzato da una bella intensità nel gusto e nei profumi. Ottenuto da uve di Lambrusco montericco, salamino e grasparossa, viene vinificato secondo le regole del metodo Charmat lungo. Il bouquet è ampio, pulito e fruttato. Ricorda marasche, frutti di bosco e prugna matura con piacevoli note di spezie scure. In bocca è un vino corposo, armonico e di lunga persistenza gusto-olfattiva, vanta riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

 

E per chi desidera abbinare all’intero menù di MU Fish – dall’entrée al dolce – un vino emiliano, in allegato le proposte di altre cantine del Consorzio. Si suggella così un matrimonio felice tra l’enologia di questa regione e la cucina che guarda ad est, tra suggestioni, tradizioni e ispirazioni contemporanee.

 

In alto i calici, onore al Capodanno cinese!

 

Per maggiori informazioni: https://venturinibaldini.it

Dal 1976, la Venturini Baldini produce vini lambruschi e spumanti, contraddistinguendosi per la coltivazione biologica, la scelta di produrre solo dalle proprie uve, limitando la propria produzione e puntando sulla qualità e l’innovazione dei propri processi di vinificazione. Dal 2015, è di proprietà della famiglia Prestia. Julia Prestia è oggi alla guida della cantina che ha dato vita a un programma di rilancio dell’intera struttura con l’obiettivo di una sempre maggiore valorizzazione del territorio e del suo vino più rinomato, il Lambrusco, continuando il posizionamento dell’azienda come ‘Château’ della ‘Food Valley’.