epa08602491 Grapes are harvested in a vineyard of Szende Pince (Szende Cellar) in Palkonya, Hungary, 14 August 2020, after the vintage began in the wine region of Villany. EPA/TAMAS SOKI HUNGARY OUT

Il 41% degli italiani ritiene che il comparto dell’enoturismo dia lustro al Made in Italy. E’ quanto emerge da una ricerca dell’Osservatorio Reale Mutua dedicato all’agricoltura e ufficializzato in occasione della vendemmia e in vista dell’autunno. Con i dati dello studio emerge in particolare che un intervistato su tre (31%) ritiene che l’enoturismo sostenga l’economia locale impattando in maniera importante su quella nazionale (23%).

Emerge inoltre che quasi un italiano su quattro (22%) dichiara di non essere interessato all’enoturismo estero, almeno fino a che non avrà visitato tutte le principali mete del Belpaese. L’analisi registra anche che più di un italiano su tre (42%) afferma di guardare sempre più a siti e social media per informarsi sul vino e organizzare viaggi ed escursioni all’insegna dell’enoturismo. Viene infine reso noto, a conferma di una tendenza accertata, che più di un italiano su tre (38%) si dice interessato a vivere un’esperienza enoturistica, visitando vigne e cantine alla scoperta delle tante eccellenze vitivinicole presenti sul territorio nazionale. Si sottolinea che a spingere gli italiani verso l’enoturismo è, innanzitutto, la possibilità di vivere esperienze uniche e appaganti, “ad esempio grazie agli itinerari tematici (44%), insieme all’opportunità di ricercare vini e produzioni particolari (25%) e alla curiosità di scoprire luoghi di produzione sempre nuovi e diversi(19%)”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here