Il Gambero Rosso ha pubblicato la sua nuova guida allo Street Food italiano, che giunge nel 2020 alla sesta edizione. Un’annata particolare per lo street food, dal momento che i principali eventi dedicati al cibo di strada sono stati annullati, ma non per questo i produttori si sono fermati. Anzi si sono rimboccati le maniche puntando sul delivery, sul domicilio e sull’asporto. E così anche durante i duri mesi del lockdown abbiamo potuto beneficiare delle prelibatezze dello street food, tra panini, piadine, pizze, farinotti, frittini, hamburger e specialità regionali.

Già, perché lo street food, nonostante l’anglismo in realtà è soprattutto cucina regionale delle nostre tradizioni, preparazioni antiche e povere, che sapevano rimescolare gli ingredienti nel segno del minimo spreco e che oggi sono tornate tra i piatti più apprezzati delle nostre tavole. Nella guida non mancano ovviamente i piatti internazionali che ormai sono parte della nostra cultura, come l’hamburger o il pollo fritto.

Il Premio Regionale per la Lombardia è stato assegnato a Fratelli Torcinelli, il locale di corso Porta Vigentina (metro Crocetta), che ha portato a Milano lo street food pugliese. Una delle specialità sono indubbiamente i torcinelli, ossia gli involtini di frattaglie d’agnello, che danno nome al locale. Ma qui si possono assaggiare anche i panini con la Zampina, cioè la salsiccia di vitello e di maiale, le bombette e le superbombette di capocollo, senza dimenticare le orecchiette, le friselle e ovviamente i taralli. Torcinelli è aperto a pranzo e a cena ed effettua anche consegne a domicilio.

fonte mentelocale.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here