A Roma nord, zona cassia, in via Manfredi Azzarita 165 sorge Platea, molto più di una semplice pizzeria. Secondo me è un pò un angolo di serendipità e qui, oggi, vi dico perchè, mentre diamo tutti il benvenuto alla primavera ed ai bellissimi “sapori” che porta con se.

Intanto comincio col dirvi che il gestore, Federico, è uno dei proprietari più gentili che abbia mai incontrato girando per ristoranti in città e sparsi un pò per tutta l’Italia. Appena sono entrata mi sono subito accorta che l’atmosfera era familiare oltre che estremamente cordiale. Spinta come sempre da una forte curiosità, ho individuato uno scaffale con dei barattoli e quando mi hanno spiegato cosa ci fosse ho subito confermato la mia idea che mi trovavo in un luogo dove il personale era attento e dedito alla ricerca, alla qualità, alla stagionalità delle materie prime.

Perchè serendipità, dicevamo. Sarà perchè il benvenuto era un assaggio tipico e semplice al tempo stesso: ho cominciato con Alici del cantabrico e rosè. Per di più quella giornata festeggiavo un’occasione speciale e da Platea ho avuto proprio la sensazione di trovarmi nell’ambiente perfetto. Come dite? Esatto, il posto giusto per il momento giusto 💖

A proposito d’amore, mi sono proprio innamorata dei loro sfizi di pane con crudo e bufala.

Viste le mie origini di donna DOC del sud non potevo, poi, non apprezzare gli assaggi di provola affumicata fritta, così come la parmigiana ed una speciale frittata al tartufo.

Platea, secondo me, è quel luogo dove i prodotti genuini ti fanno ricordare la tradizione ( sì cosa preparavano i nostri nonni), è il posto dove ti sentirai subito “a casa” e dove potrai gustare ottimi prodotti del territorio italiano.

La pizza è la loro specialità. Inutile dirlo: dovete assaggiarla; un impasto a lenta lievitazione realizzato con farine selezionate, macinate a pietra.

Roberta Nardi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here