Sempre più bollicine e vini rosati sulle tavole della Campania

0
10

Cresce sempre di più il consumo delle bollicine e dei vini rosati sulle tavole degli italiani. Una tendenza confermata dall’aumento delle percentuali di vendita anche in Campania negli ultimi mesi. Sono tantissimi, infatti, i consumatori campani che scelgono un calice di spumante o un vino rosato sulle proprie tavole. Vini caratterizzati da freschezza gustativa ed elegante consistenza, perfettamente abbinabili a pasti veloci e leggeri ma anche preparazioni a tendenza vegetale.

In Italia, secondo fonti autorevoli “Circana” (dati rielaborati dal portale inumeridelvino.it), si è avuta una crescita di +6.3% per gli spumanti “made in Italy”. Le stime del 2023 confermano una tenuta dei consumi di bollicine, a quota 936 milioni di bottiglie. In linea con i volumi dello scorso anno – ma con una crescita importante del 24% rispetto al 2019. In aumento anche la vendita dei vini fermi (+2.3%), con un ottimo exploit dei vini rosati che superano nettamente i classici vini rossi.

Di questi dati così positivi e di tanto altro, si è parlato nel corso dell’evento organizzato da Ais Campania presso la Tenuta Cacciagalli di Teano lo scorso 28 maggio alla presenza di professionisti del mondo della ristorazione e del vino. È stata un’occasione importante per affrontare la tematica relativa alla crescita del consumo delle bollicine negli ultimi anni e per presentare due nuovi spumanti della cantina “I Cacciagalli”, ottenuti con metodo classico e rifermentato con la tecnica del tiraggio con mosto fresco, fortemente desiderati dai titolari della Tenuta Mario Basco e Diana Iannaccone.

E proprio i titolari de ‘I Cacciagalli” hanno accompagnato gli ospiti in cantina, dove è stata presentata la filosofia aziendale della produzione e lavorazione dell’uva, illustrando tutte le fasi di lavorazione della vigna e della cantina, dalla gestione del mosto alla fase di maturazione, tutte rispettose dell’identità territoriale dei vitigni e dei vini, e del rispetto della tradizione di Terra di Lavoro. Tanto interesse per il focus sulla maturazione in anfora che distingue l’azienda di Teano. L’evento si è chiuso con una straordinaria masterclass sui vini del territorio, presieduta dal presidente di Ais Campania Tommaso Luongo e dal Delegato di Ais Caserta Pietro Iadicicco. Sono state presentate e degustate i due nuovi prodotti della Tenuta “I Cacciagalli”: “Viento ‘e Terra” “Viento ‘e Mare”spumanti millesimati di grande finezza con un’etichetta con la raffigurazione di un’opera dell’artista Sarah Hoehns. La presentazione dei nuovi nati in azienda è stata accompagnata anche dalla degustazione dei vini “Aorivola” e “Zagreo”, a completamento della panoramica vitivinicola dell’azienda.

Di seguito la descrizione degli spumanti e dei vini protagonisti della giornata:

“Viento ‘e Terra” (2022): spumante millesimato rosato, elegante, con bollicine fini e delicate. Un fresco corredo olfattivo che trova compimento in sentori di frutti rossi, ciliegia nera e ribes. Sorso appagante, fresco e sapido con un finale agrumato che sottolinea una buona acidità.

Viento ‘e Mare (2022): spumante millesimato, dal colore decisamente brillante. All’olfatto i profumi evidenti richiamano la foglia di limone, pesca ma anche sensazioni decise di fiori di acacia.  Il palato, accarezzato dalle bollicine, è caratterizzato dalla matrice vulcanica di questi suoli che determinano un sorso fresco, sapido ma anche largo e godurioso che confluisce in un finale dai sentori di zenzero.

Aorivola (2022): falanghina che rispecchia il territorio con grande personalità: attraverso le note di gesso e fumo conferiscono persistenza e sapidità al gusto.

Zagreo (2020): fiano macerato che con i suoi profumi empireumatici e la forza dell’acidità esalta il palato con un’esplosione di sapori. Un vero portento, perfetto per piatti sofisticati.