Estate. Le temperature più calde iniziano a farsi sentire e la voglia di trascorrere il tempo davanti ai fornelli è sempre minore. La ricerca di soluzioni pratiche e buone per il palato è costante, con ricette fresche, saporite e gustose. Tra i protagonisti della bella stagione i formaggi a pasta filata rappresentano una sicurezza per quanto riguarda la bontà, con preparazioni perfette non solo per il pranzo delle giornate di lavoro, ma anche per quelle all’insegna del relax, gite nella natura comprese.

 

Oggi parleremo del treccione, nello specifico di quello affumicato: un latticino dal sapore generoso adatto ad ogni momento della giornata. Anche d’estate.

Una treccia, tanto gusto

Il treccione affumicato è un formaggio a pasta filata, una tipologia di lavorazione tipica del meridione, ottenuto a seguito di un naturale processo di affumicatura, come testimonia il suo colore bruno. La sua superficie è liscia, lucida e uniforme; l’interno è frutto di una struttura a sfoglie sovrapposte, dalla consistenza elastica e allo stesso tempo compatta. L’affumicato dona quell’aroma inconfondibile in più, buono, oltre che al gusto, anche all’odore, per un’esperienza che coinvolge tutti i sensi.

 

Gli ingredienti necessari per un ottenere un buon treccione affumicato sono latte, caglio, sale, fermenti lattici. Perché la bontà del gusto, come ci insegna la cultura gastronomica italiana, è garantita dalla presenza di poche componenti, all’insegna della qualità. E questa è la cifra che contraddistingue anche i formaggi a pasta filata come il treccione.

 

Il treccione affumicato può essere gustato in tanti modi diversi: è molto versatile e questo è uno dei motivi per cui è apprezzato. Antipasti, primi piatti, secondi, da solo o in compagnia, le soluzioni culinarie non mancano. Vediamo quali.

 

Primi piatti e antipasti con un tocco di affumicato

Durante la bella stagione una certezza è rappresentata dalla composizione dei taglieri. I formaggi sono perfetti per venire incontro a tutte le esigenze e il treccione affumicato ben si sposa in compagnia degli altri prodotti caseari, ma anche di affettati e verdure, sott’olio e grigliate.

 

È perfetto anche in crostini a cui donerà quell’aroma speziato in più. Un abbinamento che non delude mai? Quello con il prosciutto dolce, capace esaltare non solo l’affumicatura del treccione ma anche il suo carattere filante, grazie al sapore delicato. Il pane in questo caso dovrà essere preferibilmente fresco, per ottenere un crostino dall’effetto morbido.

 

Per quanto riguarda i primi,  il treccione ben si presta anche nelle insalate di cereali e pasta: in questo caso si esalterà la sua croccantezza. Se invece non volete rinunciare a un buon risotto, meglio se servito tiepido, il treccione affumicato è davvero l’ideale, meglio ancora se in accostamento alla pancetta.

 

Anche la pasta può essere resa filante. Avete voglia di una ricetta veloce? Preparate delle zucchine alla julienne, cuoceranno in pochi minuti a fiamma medio-alta. Aggiungete il formato di pasta che preferite insieme ad alcuni tocchi di treccione e voilà, il pranzo è pronto!

Treccione affumicato alla piastra

Si tratta di una ricetta perfetta per l’estate come per tutto l’anno, un secondo all’insegna del gusto e della semplicità. Sì, stiamo parlando del treccione affumicato alla piastra, una preparazione estremamente veloce: è sufficiente adagiare il treccione sulla pentola antiaderente prima da un lato e poi dall’altro. Sarà perfetto servito con un’insalata mista o con un contorno di verdure come zucchine o fagiolini.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here