Alessandro Borghese in Irpinia per 4 ristoranti a Montella, Nusco, Castelfranci e Paternopoli.

0
165

Alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche irpine in compagnia di Alessandro Borghese.

Lo chef da ieri mattina è nella provincia avellinese per girare un nuovo episodio di Quattro Ristoranti. La scelta degli sfidanti in gara è caduta su quattro realtà consolidate sul panorama gastronomico locale: Cacciafumo a Montella, Anima a Nusco, Palazzo Vittoli a Castelfranci e Pater Familias a Paternopoli.

I nomi delle attività in sfida dovevano restare segreti,  ma nel mondo della digitalizzazione per la redazione di Sky è stato impossibile mantenere il riserbo. Le foto e le notizie sono iniziate subito a circolare. Lo stesso Borghese non ha potuto fare a meno di raccontare sui profili social la sua venuta in Irpinia, purtroppo bagnata dalla pioggia.

Il legame tra Alessandro Borghese e l’Irpinia è più forte che mai. La scelta di registrare in Alta Irpinia una puntata di “4 Ristoranti”, fortunato format televisivo, è frutto dell’impegno costante di “Fondazione Sistema Irpinia” nella promozione del territorio e delle sue eccellenze.

L’approdo di Borghese e della sua troupe televisiva tra Montella, Nusco, Paternopoli e Castelfranci, nasce da un’idea della compianta presidente della Fondazione, Gabriella De Matteis, in accordo con il Presidente della Provincia di Avellino, Rizieri Buonopane, raccolta e portata avanti dall’attuale presidente, Sabino Basso.

Borghese è da qualche giorno in provincia per realizzare una puntata del suo reality culinario all’interno del quale quattro ristoratori della stessa zona si sfidano a colpi di piatti tipici. Soddisfatto dell’attenzione che chef Borghese ha voluto riservare ancora una volta all’Irpinia, il presidente Basso: «era nostro dovere portare avanti un’iniziativa più che valida immaginata dalla nostra Gabriella De Matteis sempre attenta a costruire e cogliere opportunità di valorizzazione del territorio, dei suoi prodotti tipici e del lavoro di tanti che, come nel caso dei ristoratori, contribuiscono con fatica e sacrificio alla costruzione di un vero e proprio marchio Irpinia. Fondazione “Sistema Irpinia”, anche grazie al prezioso sostegno del presidente Buonopane, continuerà nel solco della visione di De Matteis, con l’obiettivo di portare il territorio oltre i confini provinciali anche attraverso la tv, vetrina per eccellenza delle bellezze e delle potenzialità dei territori. Ai ristoratori in gara va il nostro in bocca al lupo e, soprattutto, il nostro ringraziamento per aver contribuito ancora una volta alla promozione della nostra provincia mettendosi in gioco davanti a telecamere e telespettatori».