Cinque hotel per un turismo sostenibile.

0
79
Ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività è una delle grandi sfide che il settore turistico deve oggi affrontare. Con questa premessa Barceló Hotel Group ha sviluppato un’ampia gamma di competenze in materia di tecnologia, azioni e sviluppo di programmi, oltre che a lanciare numerose iniziative che confermano l’impegno della catena alberghiera per un futuro migliore.
Tra le varie azioni ci sono la fornitura di energia rinnovabile al 100% in tutti i suoi hotel in Spagna, l’installazione di punti di ricarica per auto elettriche e l’implementazione di sistemi di gestione per aumentare l’efficienza energetica, al punto che la catena è stata citata al 3° posto, nella categoria Ospitalità e Turismo, da parte di Merco Responsibility ESG Spain 2022.
Inoltre, ci sono cinque strutture ricettive (tutte 4 e 5 stelle) in diverse zone della Spagna che si sono mostrate particolarmente sensibili, offrendo ai propri loro clienti un’esperienza di viaggio più sostenibile, grazie alla gestione dell’acqua secondo il principio della circolarità, ai sistemi di climatizzazione naturale e all’utilizzo di energie rinnovabili al 100%.
Barceló Conil Playa
Situato tra un gruppo di scogliere, immerso nella natura, Barceló Conil Playa si caratterizza per essere un hotel che convive in perfetta armonia con l’ambiente circostante.
Barceló Conil Playa ha un concetto che lo differenzia: l’impegno per la sostenibilità e la gestione oculata dell’acqua. Alcune delle misure adottate con successo sono l’uso di tetti paesaggistici che consentono il riutilizzo dell’acqua piovana, il controllo dell’acqua mediante un circuito di ricircolo di quella calda, i variatori di frequenza, i rubinetti termostatici con sistema di apertura e chiusura automatica, gli orinatoi con flussometro e i servizi igienici con cassette a doppio scarico. Inoltre, l’obiettivo della circolarità è raggiunto grazie al riutilizzo delle acque grigie, un sistema in cui l’acqua sanitaria di lavandini, vasche da bagno e docce, dopo essere stata filtrata e pulita, viene riutilizzata nei servizi igienici.
Anche l’efficienza energetica è stata presa in considerazione con numerose misure di controllo come la progettazione e l’orientamento degli ambienti che favoriscono l’uso dell’illuminazione solare, la minimizzazione delle perdite di temperatura all’interno dell’edificio attraverso la costruzione esterna, l’illuminazione a LED con regolazione automatica in base alla temperatura esterna naturale, l’ottenimento di acqua calda sanitaria attraverso la tecnologia aerotermica rinnovabile o la climatizzazione attraverso un sistema di recupero del calore.
La Bobadilla, a Royal Hideaway Hotel
Questo hotel rurale a 5 stelle, situato nella Sierra de Loja, è un esempio di efficienza energetica nel settore alberghiero e un simbolo di viaggiare in modo consapevole. Il suo impianto a biomassa sostituisce il gas propano con la combustione di noccioli di olive provenienti dall’uliveto dell’hotel, grazie al quale è riuscito a ridurre le emissioni di CO2 dell’80% e i costi energetici del 45%.
Ma l’impegno per la sostenibilità de La Bobadilla, a Royal Hideaway Hotel, un luogo che è diventato un emblema del turismo sostenibile nella penisola, non finisce qui. Seguendo i canoni degli antichi palazzi andalusi, l’architettura dell’hotel favorisce anche il mantenimento della giusta temperatura, riducendo l’uso di riscaldamento e aria condizionata.
Barceló Fuerteventura Beach Resort
Situato sul lungomare di Caleta de Fuste, l’hotel Barceló Fuerteventura è il più grande complesso turistico delle Isole Canarie, sviluppandosi su di un terreno di 150.000 metri quadrati e ampie aree di giardino che evidenziano l’impegno a migliorare l’impronta di CO2. Il primo dei quattro hotel del resort, Barceló Fuerteventura Mar, ha ottenuto la certificazione BREEAM.
A seguito di un’accurata ristrutturazione, gran parte del resort produce l’acqua calda necessaria attraverso un sistema a pompa di calore da 300 kW collegato al circuito secondario dell’acqua calda sanitaria, lasciando le due caldaie esistenti come apparecchiature di riserva in caso di guasto. Questo sistema utilizza pompe di calore ad alta temperatura, considerate rinnovabili per le loro elevate prestazioni ed è inoltre accompagnato da energia fotovoltaica che contribuisce a ridurre i consumi, determinando un minor consumo di energia primaria e una significativa riduzione delle emissioni di C02. Le strutture alberghiere dispongono anche di impianti di produzione di aria condizionata che recuperano il calore attraverso l’energia geotermica, contribuendo a una maggiore efficienza energetica.
Barceló Nura
Il cinque stelle Barceló Nura si trova a Biniancollet, sulla costa meridionale di Minorca. L’impegno del Barceló Nura per una transizione energetica equa e per la lotta al cambiamento climatico si concretizza in azioni, come la fornitura di energia elettrica 100% rinnovabile in grado di ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera. Altre misure adottate dall’hotel sono l’utilizzo di acqua rigenerata, che trova un nuovo impiego nell’irrigazione dei giardini, e la produzione di acqua calda per il consumo attraverso l’energia solare.
L’hotel riesce, inoltre, a ridurre la spesa energetica grazie all’utilizzo di un’illuminazione a basso consumo abbinata a un sistema di controllo della stessa, e grazie a un sistema di controllo completo dell’aria condizionata, limitandone il funzionamento al tempo necessario.
Barceló Tenerife
Barceló Tenerife ha ottenuto anch’esso la certificazione BREEAM. Si distingue per la combinazione di servizi e strutture esclusive con il patrimonio naturale e culturale dello splendido paesaggio in cui si trova, La Reserva de San Blas. Dopo la sua apertura nell’estate del 2022, ha già ricevuto due premi: il riconoscimento come “Alloggio sostenibile” nel Travelife Gold e il certificato Biosphere per il rispetto dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.
Pochi hotel si adattano così bene all’ambiente circostante come Barceló Tenerife, come si evince dal design stesso, riducendo il possibile impatto ambientale e mantenendo il suo impegno per un turismo più verde.