Il Consorzio dell’Olio Extravergine d’oliva dei Monti Tifatini diffonde la blockchain per la promozione delle eccellenze locali.

0
34

Una rivoluzione è in corso presso i Comuni e i territori dei Monti Tifatini e della Valle di Suessola. Il Consorzio dell’olio extravergine d’oliva dei Monti Tifatini, realtà d’imprese e produttori dell’olio extravergine d’oliva che raccoglie i territori al confine tra il casertano e il beneventano, diviene la prima realtà imprenditoriale ad ottenere il marchio di origine e qualità “FederItaly 100 per cento Made In Italy”, promosso da FederItaly, che attraverso un sistema innovativo di validazione promuove e sostiene i prodotti 100 per cento italiani, nel rispetto della legge 166/09, articolo 16.

A darne notizia è Domenico Letizia, giornalista di Maddaloni e promotore dell’Ufficio Stampa del Consorzio, che con un approfondimento sulla stampa nazionale ha rilanciato l’attenzione sulla recente certificazione ottenuta dal Consorzio dopo un ampio controllo documentale e in presenza, con un audit aziendale che ha verificato il rispetto delle norme vigenti in materia di produzione e i punti del disciplinare elaborato dal marchio stesso, che garantisce il 100 per cento di materie prime, lavorazione e processo produttivo italiano.L’innovazione presentata alle imprese del Consorzio è nel processo di controllo e autenticità del marchio che si avvale di una tecnologia blockchain decentralizzata Icp – Internet computer protocol – su cui sono state depositate tutte le informazioni relative al prodotto e al Consorzio, nonché le fasi salienti del processo di certificazione. Il territorio al confine tra il casertano e il beneventano ha visto la nascita del Consorzio dell’olio extravergine d’oliva dei Monti Tifatini, per rilanciare la promozione e la valorizzazione dell’olio extravergine di oliva, con marchio e un’etichetta specifica, dei luoghi di produzione e delle attività di oleoturismo dei Monti Tifatini. Proteggere, promuovere e valorizzare l’olivo è fondamentale per la crescita dei territori, contribuendo a diffondere quelle pratiche innovative e sostenibili per la manutenzione delle attività e per le ricadute economiche che la tradizione della coltura e cultura dell’olio extravergine d’oliva riveste per l’economia locale, sia per le aziende coinvolte direttamente nella lavorazione e nella vendita, che per gli Enti del turismo.

Una grande soddisfazione espressa anche da Carlo Verdone, Presidente di FederItaly e da Mariagrazia Vigliotta, presidente del Consorzio dei Monti Tifatini, che grazie al marchio innovativo in blockchain ricordano l’impegno di un gruppo di imprenditori ed esperti di agricoltura che, nel pieno delle problematiche economiche legate alla necessità di politiche di adattamento climatico e del sistema economico, logistico e alimentare internazionale, tenta di valorizzare e promuovere un territorio ricco di eccellenze e di problematiche economiche da superare con l’innovazione, la creatività e il gioco di squadra.