Pasqua, gusto e inclusione a tavola per chi ha la Malattia di Crohn.

0
58

Quest’anno le 150.000 persone che in Italia vivono con la Malattia di Crohn si siederanno a tavola senza rinunciare al gusto ed alla condivisione, grazie ad una ricetta speciale pensata appositamente per loro. Si tratta di una torta alla banana e mela accompagnata da una crema pasticcera rivisitata i cui ingredienti sono stati selezionati per incontrare le esigenze nutrizionali specifiche di chi ha una malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI), quale ad esempio la malattia di Crohn. Un dolce per una Pasqua all’insegna dell’inclusività a tavola, adatto anche a chi segue un regime alimentare specifico per la gestione della malattia, in particolare la Dieta di Esclusione (CDED). Tra le diete disponibili per chi ha una MICI, la CDED è quella con più evidenze scientifiche a supporto non solo nel paziente pediatrico ma anche nell’adulto: ha dimostrato, infatti, di poter indurre la remissione ed evitare riacutizzazioni nel paziente adulto con malattia lieve o moderata. Per questa ragione è stata inserita come alternativa terapeutica nelle linee Guida ESPEN 2023  (European Society of Parenteral and Enteral Nutrition) sulla nutrizione clinica nelle malattie infiammatorie croniche intestinali.

Il team di nutrizione clinica dell’ospedale Molinette in collaborazione con Nestlé Health Science ha studiato la ricetta della torta alla banana e mela con crema pasticcera seguendo la dieta CDED, realizzata ad hoc per i pazienti con malattia di Crohn, affinché possano mangiare in maniera sana ed equilibrata. La crema pasticcera rivisitata ha fra gli ingredienti Modulen, un alimento a fini medici speciali formulato per pazienti con MICI. Studi clinici mostrano come l’utilizzo di Modulen, integrato nella dieta ad esclusione (CDED), porti al contenimento dei sintomi gastrointestinali caratteristici della malattia con l’obiettivo di raggiungere la remissione o di mantenerla.

L’attenzione verso l’alimentazione e il ricorso alla Dieta di Esclusione (CDED) sono fattori fondamentali per chi ha la malattia di Crohn – spiega la Dott.ssa Alessia Chiarotto, Dietista della Struttura Complessa di Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Ospedale Molinette di Torino –  In presenza di una malattia cronica intestinale, è importantissimo prestare attenzione a possibili deficit di micronutrienti, soprattutto se si presentano già sintomi di malnutrizione o di alimentazione inadeguata. La CDED è una dieta bilanciata e, integrata con alimenti a fini medici speciali, fornisce un adeguato apporto di micronutrienti cruciali per la salute dell’organismo: in particolare calcio, vitamina B12 e acido folico. Non solo, anche la sfera psicologica non va trascurata. Il benessere del paziente si raggiunge quando socialità e alimentazione trovano un’armonia, magari di fronte a una tavola imbandita e in compagnia di familiari e amici. Soprattutto in occasione delle festività, il gusto e la convivialità non devono risentire della dieta: una semplice torta pasquale alle banane può far ritrovare la gioia di mangiare insieme, senza rinunce”.

Per facilitare i pazienti nel seguire la dieta, le dottoresse hanno creato altre semplici ricette che verranno pubblicate in un ricettario in occasione della Giornata mondiale delle malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD), a maggio. Tra le proposte anche un gustoso frullato da accompagnare ai pasti o da bere a merenda.

 

Per chi ha la malattia di Crohn, la scelta degli ingredienti rappresenta un aspetto fondamentale nella gestione quotidiana della dieta. È importante che gli alimenti scelti sappiano rispondere a tutte le esigenze nutrizionali, per un apporto ottimale anche escludendo quegli alimenti che possono peggiorare la sintomatologia – spiega la Dott.ssa Marta Anrò, Dietista della Struttura Complessa di Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Ospedale Molinette di TorinoLa banana, alla base del nostro dolce pasquale, è un frutto estremamente versatile: oltre ad avere un gusto unico, è ricco in fitonutrienti tra cui vitamina C, A, vitamine del gruppo B e composti fenolici come: antociani, catechine e acido gallico. Contiene anche moltissimi minerali, non solo il potassio, ed è ricca di fibre che favoriscono il transito intestinale e riducono la stipsi. La banana ha quindi effetti positivi sull’intestino, regolarizzandone il transito.

 

ALIMENTI SÌ E ALIMENTI NO:  L’IMPATTO DELLA DIETA SULLE RELAZIONI

È importante seguire uno stile di vita sano, prestando particolare attenzione alla dieta. La CDED è una dieta semplice, creata per chi ha la malattia di Crohn, che predilige i cibi freschi, stagionali e non confezionati. Prevede l’uso di alimenti fortemente raccomandati – come pollo, uova, riso, banane e mele – e di alimenti permessi come pesce, avocado e molti altri. Gli alimenti NON consentiti sono:

  • Surgelati (pizza o base per torte), carni lavorate (hot dog, salsicce, bacon, pasti pronti freschi o surgelati), bevande gassate;
  • Cachi, melograno, frutti del cactus, frutto della passione;
  • Sedano crudo, cavolo verde in elevate quantità, porro.

La torta alla banana e mela – da servire insieme a una crema a base di Modulen, denominata “moduccera” dal team di nutrizionisti che ha ideato le preparazioni presenti nel ricettario – può essere condivisa in famiglia e con gli amici e ricreata per occasioni speciali, come la Pasqua. Infatti, grazie alla ricerca degli ingredienti, l’aspetto del gusto non viene trascurato, permettendo di avere una ricetta semplice ma che abbraccia le esigenze di questi pazienti che spesso, a causa delle restrizioni imposte dalla dieta, evitano i momenti di socialità come feste e compleanni e limitano le occasioni in cui mangiare fuori casa.

Siamo felici di poter rispondere in modo adeguato e semplice ai bisogni tanto nutrizionali quanto sociali dei pazienti con malattia di Crohn – conclude la Professoressa Simona Bo, Referente della Struttura Complessa di Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Ospedale Molinette di Torino  – È tramite iniziative come questa che possiamo trasmettere un messaggio importante: la dieta e l’esclusione di alcuni alimenti, sebbene per un periodo limitato, non devono comunque diventare motivo di isolamento. Esistono modi per conciliare le esigenze alimentari specifiche con le esigenze sociali, senza che le prime vadano a ostacolare le seconde, e quindi senza rinunciare alla convivialità del momento dei pasti, soprattutto durante le feste.”

 

TORTA ALLA BANANA E MELA CON CREMA ‘MODUCCERA’, DA ACCOMPAGNARE CON FRULLATO MODULEN MELA E ZENZERO

Realizzato come dessert (ma ottimo anche come dolce per la colazione), la ricetta della torta alla banana e mela con crema moduccera è stata vagliata dal Team Scientifico Global di Nestlé Health Science per la Fase 2 e 3 della Dieta di Esclusione per la Malattia di Crohn (CDED). La CDED è una terapia nutrizionale clinicamente validata che prevede l’inserimento di alcuni alimenti come la banana, la mela e la farina di riso, protagonisti di questo dolce gustoso e versatile. Il tutto partendo da materie prime di qualità senza emulsionanti e conservanti, che sono in contrasto con la CDED.

Inoltre, come abbiamo visto, tra gli ingredienti è presente anche Modulen, alimento a fini medici speciali in polvere indicato per le persone colpite da malattie infiammatorie croniche intestinali, che può essere assunto come unica fonte nutrizionale nella fase attiva della patologia, proprio perché apporta proteine, lipidi, carboidrati, vitamine e minerali, oppure a integrazione della dieta nei periodi di remissione, come nel caso del crema moduccera di cui è riportata la preparazione.

Sulla piattaforma Modulife è possibile avere altre informazioni sul programma dedicato al paziente con malattia di Crohn. Sito e App sono stati sviluppati da Nestlé Health Science per aiutare le persone a semplificare l’approccio alla dieta, permettendo di seguire la CDED avvalendosi del supporto di un esperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.  Non solo, ModuLife dà accesso esclusivo a tools di monitoraggio, ricette e piani alimentari, chat, consigli on-demand e molto altro.

 

La video-ricetta è disponibile qui: https://youtu.be/9gKi4Rd0GDs

 

Torta alla banana e mela Crema moduccera

 

Ingredienti per 8 persone

  • 3 Banane mature
  • 1 Mela (oppure 1 pesca oppure 1 pera)
  • 2 Uova
  • 250 g farina di riso
  • 100 g zucchero
  • 60 ml olio di oliva
  • 100 ml acqua
  • 1 Bustina di lievito in polvere
Ingredienti per 2 porzioni

  • 2 Banane
  • 2 Tuorli
  • 20 g farina di riso
  • 300 ml acqua
  • Scorza di un limone non
  • trattato
  • Cannella q.b.
  • Modulen* 8 misurini

 

In una ciotola sbattere le uova con l’olio e l’acqua fino ad ottenere un composto spumoso. A parte in un’altra ciotola mischiare la farina con zucchero e lievito. Sbucciare le banane, tagliarle a pezzi e schiacciarle con una forchetta in un piatto fondo. Sbucciare la mela e tagliarla a piccoli pezzi. Amalgamare i due composti con la purea di banane e i pezzetti di mela. Cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per 30 minuti.

 

In un pentolino far bollire l’acqua con la scorza del limone. Amalgamare i tuorli con la farina di riso in un altro pentolino. Quando l’acqua avrà sfiorato il bollore, versare l’acqua a filo nel composto di tuorli e farina mescolando continuamente. Cuocere a fiamma bassa fino a raggiungere il bollore, continuando a mescolare. Con l’aiuto di una forchetta eliminare la scorza di limone, versare il composto in una scodella e far intiepidire. Aggiungere gradualmente gli 8 misurini di mescolando continuamente con una frusta o una forchetta. Coprire la crema con la pellicola e porre in frigorifero per circa mezz’ora. Nel frattempo, sbucciare le banane e tagliarle a rondelle, e aggiungerle alla crema in fase di impiattamento. Servire a guarnizione della torta alle banane.

 

 

*Modulen IBD è disponibile nelle migliori farmacie e online su NestleSalute.it

 

#Goodbrands #GoodFoodGoodLife

 

 

Riferimenti bibliografici:

  • ESPEN guideline on Clinical Nutrition in inflammatory bowel disease, Clinical Nutrition 42 (2023) 352e379.
  • Szczubełek M et al. Effectiveness of Crohn’s Disease Exclusion Diet for Induction of Remission in Crohn’s Disease Adult Patients. Nutrients. 2021;13(11):4112.
  • Yanai H et al. The Crohn’s disease exclusion diet for induction and maintenance of remission in adults with mild-to-moderate Crohn’s disease (CDED-AD): an open-label, pilot, randomised trial. Lancet Gastroenterol Hepatol. 2022;7(1):49-59. 3. – – Boumessid K et al. How Can a Polymeric Formula Induce Remission in Crohn’s Disease Patients? Int J Mol Sci. 2021;22(8):4025.