Torna la rassegna degustazione nazionale dei Vini dei Parchi e delle Aree Protette organizzata da Legambiente: per partecipare gratuitamente c’è tempo fino al 7 giugno

0
11

Torna anche quest’anno l’appuntamento con la Rassegna degustazione nazionale dei Vini dei Parchi e delle aree protette organizzata da Legambiente. Giunta alla sesta edizione, l’iniziativa, sempre più punto di riferimento nel panorama nazionale, prosegue nel percorso di valorizzazione delle eccellenze vitivinicole dei Parchi e delle aree protette dello Stivale con la consapevolezza che è anche da questi luoghi di incommensurabile pregio e valore ambientale che passa il futuro dell’agricoltura buona, sana, giusta e sostenibile.

Organizzata In collaborazione con il Corso di laurea in viticoltura ed enologia dell’Università di Pisa e con la media partnership de La Nuova Ecologia, la rassegna degustazione si svolgerà in due tempi: prima, una commissione appositamente costituita da professori, enologi e sommelier professionisti selezionerà, in degustazione cieca con campioni anonimizzati, i vini pervenuti nelle categorie vini bianchi, vini rossi, vini dolci / da dessert; poi, in occasione di “Parchi a Tavola”, l’evento dedicato ai prodotti tipici dei Parchi che verrà organizzato nell’ambito della trentacinquesima edizione di Festambiente che si terrà a Rispescia (Gr) dal 7 all’11 agosto 2024, andrà in scena la cerimonia di consegna delle targhe ai produttori dei vini selezionati.

“Anche quest’anno – ha spiegato Angelo Gentili, responsabile agricoltura di Legambiente -, la rassegna degustazione si conferma punto di riferimento delle migliori produzioni dei Parchi. Un percorso grazie al quale valorizzare lo straordinario territorio in cui viviamo. Anche grazie qllq rassegna degustazione, la sensibilità nei confronti dei vini di qualità è cresciuta e i cittadini-consumatori si sono dimostrati sempre più attenti a prodotti buoni, sani e sostenibili. Valorizzare i prodotti dei Parchi e delle aree protette – ha proseguito Gentili – ci consente di mettere in luce il valore aggiunto che queste aree rappresentano in termini di salvaguardia della biodiversità. Presidi di buon vivere e produzioni da tutelare.”

Il termine ultimo per l’arrivo dei campioni è fissato entro e non oltre il giorno 7 giugno 2024 (pena esclusione dalla rassegna).

Clicca qui per visionare il regolamento e scaricare il modulo di adesione!