Coca-Cola HBC Italia, il principale imbottigliatore delle bevande a marchio The Coca-Cola Company nel Paese, produrrà le nuove bottiglie realizzate con il 50% di plastica riciclata (r-PET) nella fabbrica di Marcianise, confermando il proprio impegno verso l’economia circolare: oltre ad essere già al 100% riciclabili, negli ultimi dieci anni bottiglie e lattine hanno visto ridursi la quantità di plastica, vetro e alluminio rispettivamente del 20%, 25% e 15%. La speranza è che il Governo o il Parlamento rimuovano il limite di utilizzo massimo del 50%, presente solo nel nostro Paese

La scelta di introdurre sul mercato bottiglie con il 50% di plastica riciclata è infatti solo uno degli impegni che Coca-Cola sta da tempo portando avanti per ridurre i materiali impiegati nella produzione dei propri imballaggi, investendo oltre 20 milioni di euro negli ultimi anni in innovazioni tecnologiche che hanno permesso di ottimizzare e ridurre il peso e il volume degli imballaggi attraverso la cosiddetta “sgrammatura”.

Crediamo sia nostra responsabilità fare industria in modo sostenibile, per questo abbiamo deciso di investire in un piano nazionale che preveda nuove linee di produzione e l’utilizzo di innovative tecnologie e materiali” ha aggiunto  Manuel Biella, Direttore Supply Chain di Coca-Cola HBC Italia. “Ci auguriamo che venga rimosso il limite sulla quantità di plastica riciclata al 50%, presente solo in Italia, così da poter proseguire nel piano di investimenti con l’obiettivo di essere promotori di un’economia circolare a 360°”.

 

Sono realizzate con il 50% di plastica riciclata (r-PET) tutte le bottiglie di Coca-Cola, Coca-Cola Zero Zuccheri, Coca-Cola Senza Caffeina, Coca-Cola Light Taste,                 Coca-Cola Gusto Limone Zero Zuccheri da 450 ml, Fanta Original da 450 ml e FUZETEA da 400 ml.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here