Eataly Milano Smeraldo: arriva l’arte dell’Alta Pasticceria di Fabrizio Galla

0
112

Il pluripremiato Master Pastry Chef & Chocolatier apre il secondo punto vendita a Milano nello store di Piazza XXV Aprile e porta l’eccellenza della pasticceria piemontese nel capoluogo lombardo.
La spinta al rinnovamento continuo nel segno dell’eccellenza e la volontà di offrire sempre nuove opportunità ai clienti porta la pluripremiata pasticceria Galla da Eataly, negli store di Smeraldo a Milano e Lingotto a Torino.

Uomo alla mano, cordiale e affabile, nonché grande professionista e Piemontese doc, il pastry chef Fabrizio Galla apre la sua seconda pasticceria a Milano – patria adottiva del suo modello di riferimento Iginio Massari -, dove approda nel 2022 con il suo primo shop in Via Matteotti, a due passi da Piazza San Babila, per poi scegliere proprio Eataly Smeraldo come “palcoscenico” per le sue celebri creazioni. I suoi dolci sono il frutto di un’attenta ricerca di equilibrio e incontro, pensati per regalare un’esperienza di gusto autentica e un’emozione unica a ogni assaggio.

La pasticceria di Galla è conosciuta non solo nel suo Piemonte, dove il pastry chef ha inaugurato nel 2016 il primo punto vendita con laboratorio a San Sebastiano da Po (TO), ma anche oltre i confini regionali. Galla è infatti uno dei pochi italiani a far parte del Relais Dessert, associazione dei 100 pasticceri migliori al mondo blasonata a livello internazionale, ed è stato riconosciuto Pasticcere dell’Anno 2020 da Gino Fabbri. Diverse esperienze all’estero, dalla California al Giappone, ne hanno completato e arricchito la formazione: il richiamo alla tradizione gastronomica del suo territorio è una costante che viene attualizzata e reinterpretata in chiave internazionale. A oggi il brand conta quattro pasticcerie, di cui la più recente è stata inaugurata all’interno di Eataly Lingotto a Torino lo scorso 8 giugno.
Fabrizio Galla arriva nello store milanese di Eataly con un’ampia selezione di tutte le sue linee, partendo dalla prima colazione, si sa il “buongiorno si vede dal mattino” come si suol dire; la cui scelta di sfoglie include croissant, girelle, trecce e cubi fragranti. Inoltre i mignon piemontesi, firma indiscussa del pastry chef, sono disponibili in una grande varietà di gusti freschi e originali, come fragola e violetta, mango e pistacchio o mela e limone. Non mancano le monoporzioni stagionali, perfette per rinfrescare il palato durante le calde estati milanesi, come la deliziosa cheesecake ai frutti esotici o quella alla nocciola e ciliegie. Poi una trentina di cioccolatini e praline di diversa tipologia e una selezione di torte. Immancabile chiaramente la Queen indiscussa, la celebre Jessica, riconosciuta come la migliore torta al mondo in occasione della Coupe du Monde de la Pâtisserie nel 2007: sette strati, dalla cialda croccante alla nocciola alla mousse di cioccolato fondente Santo Domingo 72%, per un dessert il cui nome ricorda il personaggio dei cartoon Jessica Rabbit, in linea con il tema della competizione di quell’anno. A completare l’offerta, le creme spalmabili e i babà in vaso.

Ospite d’eccezione durante l’inaugurazione del suo spazio è stato proprio il Maestro Fabrizio Galla, che per l’occasione ha incontrato il pubblico in pasticceria a Eataly Smeraldo, invitando i presenti ad assaggiare le sue golose specialità.    
FABRIZIO GALLA per EATALY
Fabrizio Galla decide di portare a Eataly Lingotto e Smeraldo un’ampia selezione di tutte le sue linee: si parte dalla prima colazione, con sfoglie tra Croissant, Girelle, Trecce e Cubi fragranti. Vasta scelta per i suoi mignon piemontesi, firma indiscussa del pastry chef, dal bunet al fragola e violetta, dal mirtillo e tonka al Savarin. Non mancano le amatissime monoporzioni  stagionali come la deliziosa cheesecake ai frutti esotici o la nocciola e ciliegie. Poi una trentina di cioccolatini e praline di diversa tipologia, e una selezione delle sue torte: da quelle “da forno” come la Nocciolosa o Giandujosa, a quelle fresche in cui vince per prestigio e successo la celebre Jessica, cavallo di battaglia da sempre e oro alla Coppa del Mondo della Pasticceria nel 2007. A completare l’offerta, le creme spalmabili e i babà in vaso.
  
ABOUT FABRIZIO GALLA
Fabrizio Galla, classe 1973, è nato a Chivasso, in provincia di Torino. I suoi genitori hanno avuto un ristorante per oltre 50 anni, il “Tre Colombe” a San Sebastiano da PO. La passione per i dolci comincia presto, ed esattamente quando, in giovanissima età, nei mesi invernali giocava a fare i dolci nella panetteria di suo zio. A quattordici anni si iscrive alla scuola professionale Arte Bianca di Torino e subito dopo, spinto dal desiderio di ampliare le proprie conoscenze e orizzonti, si sposta in Italia e all’estero per varie esperienze lavorative. Negli anni partecipa a vari concorsi internazionali e nel 2007 vince la Coupe du Monde de la Pâtisserie con la sua Torta Jessica, ancora oggi il suo cavallo di battaglia e una grande icona della pasticceria italiana. Nel frattempo continua a viaggiare, tra le esperienze più significative a San Francisco dal 2012 al 2014, come Ambasciatore delle Cacao Barry. Rientra poi in Italia e nel 2016 inaugura il suo primo punto vendita a San Sebastiano da Po: uno spazio poliedrico come è lui, dove dall’annesso e ampissimo laboratorio arrivano espressi i prodotti per bar, pasticceria, gelateria, panetteria e bottega di ogni eccellenza. Qui al suo fianco Federica Russo, miglior pasticcere donna nel 2018.
Ottiene prestigiosi ruoli e riconoscimenti: è uno dei pochi italiani a far parte dei Relais Desserts, associazione dei 100 pasticceri migliori al mondo blasonata a livello internazionale, poi Ambasciatore del Bergamotto 2020 e riconosciuto Pasticcere dell’Anno 2020 da Gino Fabbri. Nel 2022 apre il suo secondo punto vendita nel cuore di Milano, in Corso Matteotti. Da allora, si è aggiudicato un posto nella classifica Tre Torte nella guida Pasticceri&Pasticcerie di Gambero Rosso ed è diventato associato APEI (l’associazione che riunisce gli Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana fondata da Iginio Massari). Tra le altre cose, è autore di tre libri di successo: La Confetteria Moderna (2021), Delizie al Cioccolato (2013) e Virtuosismi sul Cioccolato (2010).

LA SUA PASTICCERIA 
Dopo varie esperienze all’estero, dalla California al Giappone, ha deciso di tornare in Italia perché molto legato alle tradizioni della sua terra, in grado di offrire sapori, profumi e prodotti che, a suo dire, nessun altro paese possiede. Il richiamo alla tradizione gastronomica del suo territorio è infatti costante e sente proprio l’imperativo di portarla avanti, rendendola attuale e re-interpretandola ma senza perderne di vista le origini. I suoi dolci sono il risultato di un’attenta ricerca di equilibrio e incontro, perché se è vero che il pasticcere ha il potere di far sviluppare i cinque sensi per Fabrizio Galla è essenziale che chi compri un suo prodotto stia in realtà acquistando anche un’emozione e un ricordo. Suo modello di ispirazione per eccellenza è, non a caso, Iginio Massari, di cui ammira la determinazione, in quanto il primo ad aver alzato il livello qualitativo della pasticceria italiana, e soprattutto la sensibilità che contraddistingue la sua arte. L’ingrediente a cui è maggiormente legato è il cioccolato, che cerca di sfruttare a 360 gradi. Predilige la qualità e la ricercatezza rispetto alla varietà: così, preferisce “proporre 50 dolci straordinari piuttosto che 200 normali”. Sebbene la tecnologia lo affascini, crede fermamente che la manualità nella pasticceria sia un’arte che non potrà mai essere sostituita.