Itinerari alla scoperta di Riserva San Massimo: safari off-road e trekking naturalistici per conoscere i luoghi in cui nasce il riso Carnaroli Autentico.

0
75

Con il risvegliarsi della bella stagione Riserva San Massimo esprime tutta la sua bellezza e autenticità: oltre 600 ettari, tra boschi e campi coltivati, dove l’acqua sgorga cristallina dalle sorgenti naturali e scorre tra erbe spontanee e alberi secolari, all’interno di una macchia dalla palette cromatica che dal verde intenso del sottobosco spazia fino ai toni più brillanti dei germogli. Una grande varietà di animali trova il proprio habitat naturale: insieme a daini e caprioli che corrono e pascolano in libertà, tra maggio e giugno è possibile ammirare l’airone rosso, che si ferma per nidificare. In questo contesto magico e di grande interesse botanico e naturalistico, Riserva San Massimo apre le proprie porte a chi desidera conoscere le origini del riso Carnaroli Autentico che, utilizzato da grandi chef nelle più note cucine di tutto il mondo, deve la propria unicità a questo luogo in cui uomo e natura vivono in perfetta simbiosi.

Due sono le tipologie di escursioni proposte per scoprire le ricchezze preservate all’interno di questo patrimonio ambientale raro e prezioso: il safari off-road e il trekking guidato tra le bellezze della Riserva. Entrambi i tour sono pensati per piccoli gruppi di persone e sono prenotabili da inizio maggio fino a giugno e per tutto il mese di settembre.

I tour in Riserva

  • Safari off-road in Riserva

Riserva San Massimo organizza safari off-road per poter ammirare la flora e la fauna che animano i boschi della Riserva. L’esperienza, che può essere organizzata in mattinata o durante il tardo pomeriggio, dura un paio di ore tra sentieri sterrati, campi di riso e sorgenti d’acqua, ed è condotta da Dino Massignani, direttore di Riserva San Massimo, al quale è affidato il racconto del riso Carnaroli Autentico. Durante il safari sarà possibile scoprire i segreti della sua produzione, dalla semina all’inondazione dei campi, fino all’essiccazione e al confezionamento. ​
​Il tour prevede lo spostamento all’interno della Riserva su un Land Rover o un Puch militare per un’esplorazione originale e suggestiva e si conclude con un momento di convivialità e degustazione di un buon risotto.

Ogni esperienza può essere personalizzata ed è pensata per piccoli gruppi di minino 6 e massimo 12 persone. È possibile prenotare il safari da inizio maggio fino a inizio giugno. La prenotazione è obbligatoria.

  • Trekking naturalistico alla scoperta degli angoli più nascosti della Riserva

L’unicità di Riserva San Massimo può essere esplorata anche a piedi con un’escursione naturalistica della durata di due ore circa percorrendo i sentieri sterrati che si snodano tra boschi, campi e corsi d’acqua lungo tutta l’area protetta. Accompagnati da guide esperte naturalistiche dell’Associazione Naturalistica Codibugnolo APS sarà possibile ammirare la bellissima natura del luogo, scorgere aironi, daini e caprioli tra ontani neri, querce e pioppi che si alternano alle risaie. La Riserva è un esempio di come sia possibile garantire la biodiversità di un luogo insieme ad un’agricoltura innovativa e alla produzione di un riso d’eccellenza come il Carnaroli Autentico.

L’esperienza è pensata per gruppi di minino 10 e massimo 20 persone (dai 6 anni in su).
​Contributo: 35€ a persona. ​
​La prenotazione è obbligatoria.

Contatti

Per info su safari e trekking e per effettuare prenotazioni, contattare Maria Antonello di Riserva San Massimo al seguente indirizzo e-mail maria.antonello@riservasanmassimo.net.